giovedì 21 giugno 2018
Android

DiskDigger : applicazione per recuperare le immagini cancellate su un dispositivo Android



Molte volte capita di compiere operazioni con i nostri dispositivi Android per liberare spazio o per fare semplicemente un pò di ordine tra le tantissime foto che abbiamo scattato.

Ma se per sbaglio cancelliamo una o più foto come possiamo fare per recuperare le immagini eliminate?

DiskDigger è una nuova app uscita di recente su Play Store di Google che permette di recuperare le immagini cancellate  su  un dispositivo mobile(tablet o smartphone) con Android.

Il programma ha un interfaccia veramente minimale, senza tanti fronzoli ma svolge egregiamente il compito per cui è stata concepita. Per funzionare richiede un dispositivo con permessi di root

La procedura di ripristino e recupero delle foto cancellate e molto veloce e il processo è affidabile al 99%.

Purtroppo il programma non funziona se applicato a distanza di parecchi mesi dalla cancellazione della foto. Ma questa pecca è comune a tutti i programmi specializzati in questo tipo di operazioni. Più cicli di scrittura avvengono sulla memoria e più difficile sarà il recupero.

Una volta avviato DiskDigger dovremo scegliere la memoria su cui effettuare la scansione. Nella maggior parte dei casi le  fotografie e le immagini in generale vengono salvate sulla sd.

Come potete vedere nell’ imagine in alto l’interfaccia è veramente semplice. Selezionando il pulsante “SCAN DEVICE” il programma vi chiederà i permessi di root e al termine della procedura di scansione vi elencherà tutti i device presenti sul vostro dispositivo. Provate a partire dalla sd card, per poi spostarvi eventualmente su altre memorie se non riuscite a trovare quello che stato cercando.

Durante la fase di recupero DiskDigger mostrerà in tempo reale le immagini recuperate e al termine della procedura potrete decidere di esportarle, inviarle tramite email o semplicemente salvarle.

Se siete un attimo più smaliziati questa app permette anche di applicare dei filtri per velocizzare il processo di recupero e per evitare di allungare i tempi di recupero:

A conti fatti direi che DiskDigger non può assolutamente mancare tra i vostri programmi installati.

logo-app
App Name
Developer

Free   

pulsante-google-play-store
pulsante-appbrain
qrcode-app

Scaricare l’applicazione qui. 


About The Author

Sono l'autore e il creatore di questo blog. Sono appassionato di tecnologia, linux, android. Lavoro in ospedale come infermiere e questo blog rappresenta per me un piacevole passatempo che allieta il mio poco tempo libero a disposizione.

8 Comments

  1. alice 24 dicembre 2012 at 17:33

    e dove il trovo i permessi di root????

  2. Francesca 14 gennaio 2013 at 21:31

    Sul mio galaxy next 5570 nn funziona mi aiuti? All' inizio compare un sms pleaseselect device etc ma facendo regresso list non compare nulla!grazie

  3. luca 27 aprile 2013 at 18:33

    Serve il root…

  4. arima@@@ 17 giugno 2013 at 11:57

    ciao sono ancora arima@@@(disperata ormai)….serve anche a me questo beato root per far funzionare disck digger…le foto le ho erroneamente cancellate ieri…..la versione kernel del mio telefono è gingerbread xxlk2……spero e confido tanto in una tua risposta!!grazie mille mille intanto!!!:((((

  5. Stefania 26 giugno 2013 at 08:44

    Ciao, Per cortesia mi sai dire cosa devo scrivere nello spazio vuoto prima di avviare "scan devise"? Io ho un LGP990 ti sarei grata ho cancellato foto molto importanti e non so come recuperarle.
    Grazie ciao
    Stefania

  6. Ric74 4 settembre 2013 at 07:01

    Bellissima guida molto utile!…….Peccato che è stata messa è abbandonata totalmente. Dati i dubbi sorti dagli utenti che l'hanno attenzionata, me compreso, sarebbe giusto, se si volessero fare le cose bene, dare un minimo d'assistenza dando risposte ai commenti. Fatto così invece non serve a nulla!!!

  7. Omar 14 settembre 2013 at 07:10

    Purtroppo rispondere a tutti non è per niente semplice. Molte volte i dubbi che sorgono derivano da una conoscenza quasi nulla di Android e si corre il rischio di fare dei trattati in ogni risposta. Credo che le mie guide siano abbastanze chiare e semplici e il 90% delle persone che vi accede riesce a destreggiarsi senza problemi.

Leave A Response

Slider by webdesign